Raduno del Montalbano RINVIATO causa forza maggiore…..

Purtroppo grazie a delle Persone che pensano troppo anche agli affari degli altri, mi sono visto costretto ad RINVIARE il ns. 6° (confermo sesto) Raduno Nazionale della Federazione Italiana Fuoristrada sul Montalbano, ma niente paura, come ben sapete noi ci pieghiamo ma non ci spezziamo e di conseguenza abbiamo già un’altro luogo (segreto fino all’ultimo ed INEDITO) dove faremo ugualmente il ns. Raduno Nazionale e sempre in data 25 Marzo 2012, come da ns. programma FIF. In tale occasione, riapriamo le iscrizioni anche ai partecipanti SUV. Se il tempo ce lo permetterà faremo un doppio percorso a Road-Book, SUV per chi non ha le ridotte oppure perchè preferisce fare gite gastronomiche con panorami mozzafiato e SOFT con varianti Hard/Extreme per chi ci conosce già da anni. In rif. a quelle Persone di cui non possiamo fare il nome, alleghiamo la ns. risposta ufficiale come segue.

Antonio Allegri
Presidente del MUD RANGERS CLUB

“Abbiamo appreso dalla rete internet e in particolare dal sito www.montalbanodomani.org, delle accuse rivolte dall’Associazione Montalbano Domani al Mud Rangers Club, secondo le quali nel corso dei raduni annuali dei ns. associati questa associazione sarebbe responsabile della distruzione di strada e sentieri del Montalbano.
Si tratta di affermazioni prive di fondamento e gravemente lesive dell’immagine di questa Associazione.
I raduni del Mud Rangers Club sono sempre stati organizzati previo rilascio delle prescritte autorizzazioni di tutte le autorità amministrative competenti. Tutte le manifestazioni si svolgono su strade comunali e vicinali ad uso pubblico nonchè su strade bianche anche private su percorsi definiti con la ricognizione del Corpo Forestale dello Stato e coinvolgono autovetture regolermente targate ed omologate per la circolazione stradale. E’ pertanto escluso che una manifestazione turistico-amatoriale…..

I N C R E D I B I L E !!!!!!!

Cari amici e soci,
premetto che scrivo queste righe in quanto reputo mio dovere precisare la posizione della nostra associazione.
Innanzitutto stabiliamo che la nostra associazione fa parte della FEDERAZIONE ITALIANA FUORISTRADA e pertanto non si tratta di 4 amici da bar, ma bensì di qualcosa di importante, a carattere nazionale e con determinate regole anche deontologiche.
Come tutti sapete siamo stati convocati la scorsa settimana dall’Assessore del Comune di Capraia a e Limite a partecipare ad una riunione per “”finalmente” regolamentare l’uso del territorio del Montalbano, come chiesto anche dalla nostra associazione già dal 2006 (!!!)
Purtroppo in questa sede siamo stati sottoposti ad una vera e propria “imboscata” da parte del’Associazione Montalbano Domani, che ha portato come esempio un video scaricato da you tube. Ci hanno trattati ed accusati come fossimo dei delinquenti.
Vorrei ricordare a questi signori, che negli ultimi anni, in occasione delle copiose nevicate, molti di noi fra cui il sottoscritto sono stati chiamati dalle pubbliche autorità ad aiutare le persone ed i mezzi in difficoltà.
Alcuni esempi:
io stesso ho passato notti in macchina nel Comune di Fucecchio a dar mano alla Polizia Municipale;
il nostro socio Bianchi ha prestato la sua opera (rimettendoci il winch ) ad aiutare gli automibilisti bloccati sotto la neve nel Comune di Carmignano.
il nostro socio Rindi fu spedito dal Prefetto di Firenze sull’autostrada con coperte, acqua e vivere a soccorrere gli automobilisti. Per questo ha ricevuto una Targa di riconoscimento !!!

Perchè non hanno chiamato questi signori anzichè noi?
Vorrei ricordare anche che “noi” provvediamo “gratuitamente” senza il rimborso di un euro di carburante, a quanto sopra ed anche alla pulizia delle strade da tronchi caduti che non permetterebbero il transito, soprattutto in caso di incendio o necessità.

Ebbene, primariamente mi domando, perchè le persone che adesso stanno facendo una campagna negativa nei nostri confronti sul web e verso le pubbliche amministrazioni non hanno chiesto un incontro con noi? Magari potevamo “democraticamente” discutere.
Probabilemente avrebbero capito che persone siamo ed avremmo potuto trovare un punto di incontro fra il loro pensiero e la nostra attività.
Ma così non è stato, perchè forse è più facile “non ascoltare” gli altri o forse perchè per raggiungere determinati obiettivi (forse politici) è meglio assumere questo tipo di comportmento.
Stanno usando il web (facebook, il loro sito web, etce etc )ed altro in modo che direi non proprio “regolare” e che sicuramente ci porterà a tutelare la nostra immagine e la nostra associazione nelle sedi opportune.
Probabilemente il nostro raduno annuale non si potrà fare, ma state tranquilli che non staremo a guardare e soprattutto a farci trattare in questo modo.